Web tunnel di TOR: rivoluzione nella privacy online

I recenti sviluppi nel campo della privacy online hanno visto il team di sviluppatori del browser Tor annunciare il lancio di una nuova tipologia di bridge, denominati WebTunnel, che imitano il traffico HTTPS crittografato. Questa innovazione, che ha iniziato la fase di test a metà del 2023, deve essere attivata manualmente dagli utenti per il momento.

 

CHE COS’E’ TOR?

 

Tor, il browser noto per la sua capacità di offrire l’anonimato e la privacy online, ha annunciato una nuova funzionalità che potrebbe rendere ancora più difficile rilevare e bloccare il suo traffico. I creatori di Tor hanno sviluppato dei bridges WebTunnel basati su HTTPT che simulano il traffico HTTPS crittografato. L’obiettivo di questa nuova funzionalità è rendere Tor più resistente alla censura e anticipare gli avversari in un ambiente di censura in continua evoluzione. Secondo gli sviluppatori, l’importanza delle tecnologie di circonvenzione della censura sta aumentando, soprattutto in vista del ciclo elettorale globale del 2024.

 

WEBTUNNEL BRIDGES: COME FUNZIONANO?

 

I WebTunnel bridges funzionano con un totale di 60 esemplari in tutto il mondo. Questi bridges incapsulano i dati di connessione in un protocollo simile a WebSocket, rendendo il traffico simile a una normale connessione HTTPS. Di conseguenza, dall’esterno sembra una normale connessione HTTPS di un utente che naviga semplicemente tra le pagine, indistinguibile dal traffico standard. Tuttavia, secondo il progetto Tor, un osservatore esterno non sarà in grado di rilevare l’utilizzo di un bridge come WebTunnel.

I WebTunnel bridges potrebbero rappresentare un’alternativa all’uso di obfs4 per la maggior parte degli utenti del browser Tor. Mentre obfs4 rende il traffico crittografato unico e irriconoscibile, l’approccio dei WebTunnel bridges, che simulano un traffico tipico, risulta più efficace in scenari in cui è necessario lavorare con liste di protocolli consentiti e reti che sono bloccate per impostazione predefinita.

 

GLI IMPATTI SULLA PRIVACY ONLINE

 

L’introduzione di questa nuova funzionalità da parte del progetto Tor potrebbe avere un impatto significativo sulla privacy e l’anonimato online. Offrendo un modo per mascherare il traffico di Tor come traffico HTTPS regolare, i WebTunnel bridges potrebbero rendere più difficile per i censori individuare e bloccare l’utilizzo di Tor. Ciò potrebbe essere particolarmente importante per le persone che vivono in paesi con una censura rigorosa o che cercano di proteggere la propria privacy online.

I WebTunnel bridges nel browser Tor rappresentano un importante passo avanti per migliorare la resistenza alla censura e garantire l’anonimato online. Questa nuova funzionalità simula il traffico HTTPS e rende più difficile il rilevamento e il blocco del traffico di Tor. Tuttavia, è importante tenere presente che la tecnologia è ancora in fase di test e richiede un’attivazione manuale

Puoi approfondire di seguito le nostre soluzioni in ambito Cybersecurity.

Articolo a cura di Sandro SanaCybersecurity Division Manager di Eurosystem SpA

Newsletter

© Copyright Eurosystem SpA | P.IVA 02243020266 | Dati Societari | Privacy | Cookie

Newsletter

© Copyright Eurosystem SpA 2022 | P.IVA 02243020266 | Dati Societari | Privacy | Cookies

Condividi questa pagina :